Il Buon Compagno

IL BUON COMPAGNO

Non fu l’Amore, no. Furono i sensi
curiosi di noi, nati pel culto
del sogno… E l’atto rapido, inconsulto
ci parve fonte di misteri immensi.

Ma poi che nel tuo bacio ultimo spensi
l’ultimo bacio e l’ultimo sussulto,
non udii che quell’arido singulto
di te, perduta nei capelli densi.

E fu vano accostare i nostri cuori
già riarsi dal sogno e dal pensiero;
Amor non lega troppo eguali tempre.

Scenda l’oblio; immuni da languori
si prosegua piú forti pel sentiero,
buoni compagni ed alleati: sempre.

(G. Gozzano)

Annunci

Ugo Foscolo. Alla sera.

  •  
      Forse perché della fatal quïete
      Tu sei l’imago a me sì cara vieni
      O sera! E quando ti corteggian liete
      Le nubi estive e i zeffiri sereni,

      E quando dal nevoso aere inquïete
      Tenebre e lunghe all’universo meni
      Sempre scendi invocata, e le secrete
      Vie del mio cor soavemente tieni.

      Vagar mi fai co’ miei pensier su l’orme
      che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
      questo reo tempo, e van con lui le torme

      Delle cure onde meco egli si strugge;
      e mentre io guardo la tua pace, dorme
      Quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.


Quando ti chiedi cos’è l’amore,
immagina due mani ardenti
che si incontrano,

due sguardi
perduti l’uno nell’altro,
due cuori che tremano
di fronte all’immensità di un sentimento,
e poche parole
per rendere eterno un istante.


~ Alan Douar ~